giovedì 7 agosto 2014

Chi ben comincia #8

Rubrica a cadenza settimanale, ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri e ha lo scopo di presentare, ad ogni appuntamento, l'incipit di un libro - già letto, in lettura o da leggere - in modo da capire se il libro possa o meno fare per noi.

Buongiorno lettori :D
anche questa settimana vi traduco il prologo di un libro non uscito da noi, purtroppo! Ci sto prendendo gusto a tradurre, é un fantastico allenamento!
Come la volta scorsa, non ho già letto il prologo quindi è la prima volta anche per me!
────────────────────────────────
Le regole della rubrica:
  • Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria;
  • Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe);
  • Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato.
────────────────────────────────
   Qualche volta, quando Ana era sul punto di addormentarsi, riusciva a sentire il suono dei passi lungo il corridoio della scuola; percepiva la presenza sua migliore amica Tamsin accanto a lei - una vicina e calda presenza come l’impronta su un letto su cui ci si ha appena dormito; ha visto il Salone dell’auto davanti alla scuola, mettere all’esterno una busta bianca che brillava attraverso uno dei loro sedili di pelle, sussurrando il suo nome, il nome della sua malattia.
    Di certo non è ciò che è accaduto davvero. Iniziò tutto poco meno di tre anni fa, quando Ana stava nella sua piccola casa economica, con i suoi occhiali dalle grandi lenti appoggiati sulla punta del naso con fare ironico; non avrebbe mai potuto immaginare che stavano arrivando proprio per lei. Ma qualche volta, nel crepuscolo tra la veglia e il sonno, lei vide tutto. Come se una parte di lei fu rimasta imprigionata nel passato, consapevole dei fili che sono stati intrecciati insieme, serrando la loro presa attorno a lei creando un momento sconvolgente che avrebbe cambiato tutto.

Che ne pensate di questo prologo?! E' un tantino confuso secondo me, ma la trama è molto bella!

3 commenti:

  1. Basta, sono stufa che tutti questi libri in Italia non se li caghino di striscio D:

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con Ilenia! Sono stufa pure io >.<

    RispondiElimina
  3. Sembra interessante, spero lo pubblichino anche in italiano v.v

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*