giovedì 25 settembre 2014

Chi ben comincia! #14

Rubrica a cadenza settimanale, ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri e ha lo scopo di presentare, ad ogni appuntamento, l'incipit di un libro - già letto, in lettura o da leggere - in modo da capire se il libro possa o meno fare per noi.

Buongiorno lettori :D
prima di iniziare, vorrei dirvi qualcosina. Domani dovrei pubblicare la rubrica sulle serie TV, ma non credo di pubblicarla siccome in due settimane non ho terminato nessuna serie :S sono una frana lo so! In compenso domani credo di pubblicare la mia rubrica preferita: OMG; you arived! *o* è da un po' che non vi mostro i miei ultimi arrivati, quindi preparatevi (spero che domani arrivino gli ultimi!)
Comunque... oggi torno con questa rubrica e vi mostro le prime righe di un prologo. Un prologo di un libro che ho comprato qualche mese fa, ma che non ho ancora trovato il tempo di leggere. Sto parlando di... Warm Bodies**
────────────────────────────────
Le regole della rubrica:
  • Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria;
  • Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe);
  • Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato.
────────────────────────────────
   Sulla sponda del fiume giace un corpo senza vita. La foresta lo osserva. Nubi dorate vagano nel cielo rosato, corvi sfrecciano tra gli alberi. Pini e cedri incombono scuri sul cadavere come spettatori morbosi, mentre nell’erba selvatica minuscole creature viventi strisciano attorno al suo volto, impazienti di mangiarlo e restituirlo alla terra. Il brusio che emettono si confonde col rumore del vento, con le grida degli uccelli e il ruggito del fiume che ne laverà via le ossa. La natura è affamata. È pronta a riprendersi ciò che l’uomo le ha rubato vivendo.
   Ma l’uomo apre gli occhi.
   Fissa il cielo. Avverte un vago impulso: muoviti. E così si mette a sedere. Ha gli occhi aperti, eppure non vede nulla. Percepisce solo una massa indistinta, senza sapere che è indistinta: non ha mai visto in maniera nitida.
   Questo è il mondo, pensa. Il mondo è soffice.
   Passano le ore. I suoi occhi ricordano come mettere a fuoco e all’improvviso tutto diventa affilato. Coltelli. Denti. Vetri rotti. Pensa che preferiva il mondo quando era soffice. Quando non riusciva a vedere ciò che conteneva.
   Al suo fianco giace una donna. È bella, capelli chiari e setosi imbrattati di sangue. Gli occhi azzurri riflettono il cielo, le lacrime si asciugano rapidamente sotto il sole infuocato. L’uomo si gira verso di lei, studia quel volto attraente e il buco di proiettile che ne attraversa la fronte. Per un attimo prova una sensazione che non gli piace: i suoi lineamenti si piegano all’ingiù, gli occhi bruciano. Poi la sensazione svanisce. Si alza in piedi. La pistola gli scivola dalla mano flaccida e finisce a terra. Comincia a camminare.

Ho sempre più voglia di leggerlo! Ovviamente, prima di iniziare Warm Bodies, leggerei questo prologo magnifico! Devo assolutamente trovarci un po' di tempo *3*

4 commenti:

  1. Ho troppo adorato il romanzo di Isaac e questo non so se leggerlo oppure no :/

    RispondiElimina
  2. Mi ispira un sacco questo libro!!! Se lo stai leggendo, sono proprio curiosa di sapere cosa ne pensi ^_^

    RispondiElimina
  3. L'ho visto anche su altri blog, e mi intriga moltissimo. Inoltre il prologosembra interessante...

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*