giovedì 12 aprile 2018

Recensione: "Il Ritorno" di Jennifer L. Armentrout

Titolo: Il Ritorno (Titans, #1)
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: HarperCollins Italia
Data di pubblicazione: 12 Aprile 2018
Pagine: 448
Prezzo: €16,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
È passato un anno da quando Seth ha stretto il suo folle patto con gli dei, accettando di mettere la propria vita al loro servizio. Da allora gli hanno affidato ogni sorta di lavoro sporco, missioni violente e sanguinose che non gli creano nessun problema di coscienza, anzi. Ora, però, Apollo ha in mente qualcosa di diverso. Vuole che protegga una ragazza, e per giunta senza sfiorarla con un dito. Il che, per uno come lui, che ha qualche problema a controllare le proprie pulsioni, potrebbe rivelarsi la sfida più difficile che abbia mai dovuto affrontare. Perché Josie non ha la minima idea dell'effetto che ha su di lui ma, quel che è peggio, non immagina neanche lontanamente l'incubo in cui sta per precipitare. E l'attrazione irresistibile che la spinge tra le braccia del bellissimo giovane dagli occhi ambrati e colmi di segreti potrebbe non essere il minore dei pericoli che l'aspettano.


RECENSIONE
Mi sono innamorata del mondo di Covenant di Jennifer, ero triste quando ho terminato i cinque libri appartenenti alla serie madre, ma ero super presa a bene quando ho sentito che sarebbe arrivata anche da noi la serie spin-off. Questa realtà mi ha talmente colpita che se potessi decidere un mondo libresco in cui vivere, scegliere questo paesaggio nonostante ci siano mille pericoli in agguato, ma d'altronde questo rende tutto più avventuroso!
Non riincontriamo i personaggi protagonisti della prima serie, ma moltissimi fanno la loro ricomparsa. La serie è incentrata su Seth - un Seth decisamente buono, non malvagio - il bell'Apollyon che ha fatto perdere la testa a tutte noi lettrici e non solo. Incontriamo nuovamente personaggio spassosissimi come Deacon - quando ha fatto la sua comparsa ero al settimo cielo! - e Luke - che insieme a Deacon è davvero un amore. Altri sono più seri come Marcus e il padre dell'ex eroina Alex, ma mi ha fatto piacere sapere come se la passano adesso. Accanto a Seth troviamo una nuova protagonista, Josie, una ragazza che apparentemente è una comune mortale, ma sotto sotto ha dei poteri incredibili, e soprattutto è imparentata con il nostro Dio preferito: Apollo!
Questa volta non bisogna preoccuparsi solo dell'imbattersi in un Daimon - le orrende creature che si cibano dell'etere che ogni Puro o Mezzosangue ha dentro il sangue - ma ci sono pericoli ben peggiori, come Ombre e Titani, che sono scappati dagli inferi e sono sulle tracce dei Semidei - creature che fino ad ora non sapevamo nemmeno l'esistenza - per recuperare le forze e sconfiggere gli Dei che gli hanno rovinato l'esistenza! Josie sfortunatamente è una Semidea e la sua vita è stata stravolta: prima di tutto dalla presenza dell'Apollyon, poi dalla verità sulla sua natura, e infine dal pericolo che si è abbattuto anche sulla sua famiglia. Come se non bastasse questo stravolgimento, c'è un Titano in particolare che si trova sulle sue traccie a causa della sua parentela con Apollo: Iperione, quindi si trova decisamente in grave pericolo!
Un enorme cambiamento dalla serie madre è il cambio di genere, da Young Adult passiamo ad un New Adult, e la cosa a volte mi ha infastidita. Non sono abituata a vedere Seth in queste vesti, anche se senza ombra di dubbio si sapeva che la sua mente era altamente perversa. Nonostante la cosa mi faccia ancora un po' strano, credo che questo cambio sia azzeccatissimo per immedesimarci meglio nella mente del bel Apollyon.
Una cosa che mi è piaciuta tantissimo è stato conoscere più dettagli del passato di Seth, non si era mai aperto così tanto con qualcuno, non ha mai parlato di sua madre oppure di suo padre, e sono contenta l'abbia fatto. Sicuramente avrà un passato interessante, e vorrei saperne sempre di più.
Per terminare, come ogni altro libro che ho letto della Armentrout, questo lascerà senza dubbi il segno, dovrebbe uscire il secondo capitolo entro la fine dell'anno e io già non vedo l'ora. Il suo stile resta sublime, non mi sono annoiata per nemmeno una pagina, anzi ho letto con avidità per sapere come sarebbe andato a finire ogni capitolo! In più, all'autrice non manca il senso dell'umorismo, mi sono ritrovata a ridere ad occhi spalancati per moltissime volte, per fortuna nessuno mi ha vista!
Tempo di lettura: 4 giorni

lunedì 9 aprile 2018

Recensione: "Vindicated" di M.G. Reyes

Titolo: Vindicated (Emancipated, #3)
Autore: M.G. Reyes
Editore: Katherine Tegen Books
Anno di pubblicazione: 2017 *INEDITO IN ITALIA*
Pagine: 352
Prezzo: €15,06
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Murder will out in the shocking conclusion to the Emancipated trilogy, where no one is who they seem and the truth has a nasty habit of showing up uninvited.
No alibis. No escape. No surrender. The six Venice Beach housemates have made some life-alteringly bad decisions since they were each legally emancipated from their parents, including confronting a killer. And the consequences have been deadly.
Now, they’re hiding out, trying to find a way out of the mess they’ve made without getting themselves killed when one of the housemates disappears, two fall in love, and another betrays them all. And when the secrets they’ve been keeping are finally laid bare, they’ll wish they’d never started looking for answers in the first place.


RECENSIONE
Questi sei ragazzi mi hanno conquistata sin dal primo momento, non solo per le loro diversità, ma anche per il modo in cui han fatto l'uno dell'altro la propria famiglia. Nei primi due libri hanno imparato a fidarsi a vicenda, hanno iniziato a confidare i loro oscuri e personalissimi segreti, ma hanno anche iniziato a condividere eventi che difficilmente capitano, e soprattutto non a dei ragazzini emancipati. Si sono ritrovati faccia a faccia con persone venute per fargli del male, persone pagate da una persona che li legava quasi tutti senza che loro nemmeno lo sapessero.
In questo capitolo finale arriviamo al termine della corsa di molte questioni irrisolte: la prima tra tutte riguarda Grace, costretta ad incontrare il padre in carcere, e soprattutto con la consapevolezza che in poco tempo finirà per essere giustiziato. Non si è mai data una tregua e ha fatto il possibile per salvargli la vita, ciò non è stato semplice, ma grazie alla determinazione di Lucy sono arrivati alla fine. Lucy è stata nell'occhio del mirino per tutto il tempo, è stata spiata da persone che lavorano per la signora malvagia, tutto per non farle aprire la bocca e salvare il padre dell'amica, sennò in prigione ci sarebbe finito qualcun altro. Maya e John-Micheal si sono rivelati essere molto utili, sono stati in grado di reagire quando sono accaduti eventi spiacevoli, senza farsi demoralizzare, determinati a fare in modo di tenersi tutti lontani dai guai. Paolo l'ho trovato un po' debole, non ha fatto molto in questo libro se non scarrozzare gli altri in giro, è stato preso di mira una volta, ma mi è sembrato che si volesse svalutare un po' il personaggio, anche se nei primi due mi è piaciuto moltissimo, l'unica cosa da dire su di lui è che ha messo un po' la testa a posto, non svolazza più da una ragazza/donna all'altra, ma si è preso una bella cotta per qualcuno della casa è sono dolcissimi! Candance purtroppo è quella meno presente di tutti, all'inizio era quella un po' scioccata dalle rivelazioni dei compagni, poi ha avuto un brutto incidente e fino all'ultimo non sono riuscita a capire se era morta o viva.
Ho trovato che per questo terzo capitolo, la Reyes abbia usato un ritmo meno serrato degli altri due, forse la maggior parte dei segreti erano già stati svelati e non voleva mettere altra carne al fuoco, ma mi aspettavo un capitolo conclusivo davvero con i fiocchi. Sono rimasta un po' delusa per un certo senso, non sono state rispettate le mie aspettative, ma l'ho trovato comunque un bel libro, un bel modo per concludere una storia piena di mistero, azione e segreti. I personaggi tutti da scoprire rendono la trilogia ancora più memorabile! Se ancora non avete letto questo serie vi consiglio di iniziarla, i primi due libri li trovate in Italiano, ma questo terzo libro chissà perché non ha mai raggiunto le nostre libreria, quindi armatevi di santa pazienza e di un dizionario e dateci dentro!
Tempo di lettura: 5 giorni

martedì 3 aprile 2018

Recensione: "The Golden Lily" di Richelle Mead

Titolo: The Golden Lily (Bloodlines, #2)
Autore: Richelle Mead
Editore: Penguin
Anno di pubblicazione: 2012 *INEDITO IN ITALIA*
Pagine: 418
Prezzo: €16,52
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Sydney Sage is an Alchemist, one of a group of humans who dabble in magic and serve to bridge the worlds of humans and vampires. Alchemists protect vampire secrets - and human lives.
Sydney would love to go to college, but instead, she's been sent into hiding at a posh boarding school in Palm Springs, California - tasked with protecting Moroi princess Jill Dragomir from assassins who want to throw the Moroi court into civil war. Formorly in disgrace, Sydney is now praised for her loyalty and obedience, and held up as the model of an exemplary Alchemist.
But the closer she grows to Jill, Eddie, and especially Adrian, the more she finds herself questioning her age-old Alchemist beliefs, her idea of family, and her sense of what it means to truly belong. Her world becomes even more complicated when magical experiments show Sydney may hold the key to prevent becoming Strigoi - the fiercest vampires, the ones who don't die. But it's her fear of being just that - special, magical, powerful - that scares her more than anything. Equally daunting is her new romance with Braydon, a cute, brainy guy who seems to be her match in every way. Yet, as perfect as he seems, Sydney finds herself being drawn to someone else - someone forbidden to her.
When a shocking secret threatens to tear the vampire world apart, Sydney's loyalties are suddenly tested more than ever before. She wonders how she's supposed to strike a balance between the principles and dogmas she's been taught, and what her instincts are now telling her.
Should she trust the Alchemists - or her heart?


RECENSIONE
Al termine del primo libro di questa serie spin-off aveva fatto la sua comparsa uno dei miei personaggi preferiti dell'Accademia dei Vampiri, per cui non vedevo l'ora di continuare questa storia. I primi due libri sono stati tradotti in Italiano da alcune ragazza e io ne ho approfittato! Adesso la mia avventura proseguirà in lingua inglese e sono un po' spaventata ad essere sincera, ma per Adrian e Sage questo e altro!
Fino ad adesso gli Alchimisti e i Vampiri erano convinti di dover tenere al sicuro Jill solo dai Moroi che vogliono spodestare Vasilisa dal trono, o eventualmente da qualche Strigoi, non pensavano ci sarebbero stati altri problemi, soprattutto non con gli umani. Sin dal primo libro si sente dell'esistenza di 'Cacciatori di Vampiri', ma nessuno sembra crederci, sembrava essere la storiella di un vecchio Moroi fuori di testa, ma un giorno Sidney e Sonia vengono attaccate in città da un gruppo di umani. Nel frattempo, proseguono gli esperimenti tra Moroi ed ex-strigoi, con la collaborazione di Adrian, per cercare di capire com'è possibile che grazie allo Spirito si può salvare uno Strigoi e il processo non è più reversibile.
Sidney è sempre più combattuta, la sua natura di Alchimista le impedisce di affezionarsi ai Vampiri o anche solo di collaborare insieme a loro, ma giorno dopo giorno li considera sempre più come suoi amici, anziché il loro lavoro. Gli Alchimisti sono soddisfatti del suo operato, ma lei non può fare a meno di sentirsi in colpa per i suoi veri sentimenti, le sembra di tradire la gente con cui è cresciuta, e di non onorare il patto che ha giurato quando ha iniziato a lavorare. La novità introdotta in questo romanzo è una love story per la nostra Sage, da una parte l'ho trovata tenerissima, alle prese con qualcosa di nuovo per la prima volta da tempo, però la loro relazione l'ho trovata un po' piatta, nessun momento entusiasmante che mi facesse essere felice per loro, questo ragazzo non mi è mai sembrato realmente giusto per lei, e per di più l'ho trovato molto noioso con i suoi discorsi intellettuali.
L'introduzione dei cacciatori di vampiri mi è piaciuta moltissimo, era impensabile che nessun umano oltre i Donatori e agli Alchimisti sapesse della loro esistenza. Sono molto curiosa di sapere come si organizzeranno dopo quanto accaduto e soprattutto di vedere come Sid si comporterà incontrando uno di loro ogni giorno al College! Un'altra parte che mi è piaciuta moltissimo è la parte della professoressa Terwilliger che sembra saperne moltissimo sul regno sovrannaturale e cerca di aiutare l'Alchimista nonostante le sue preoccupazioni.
Richelle Mead come sempre mi ha conquistata e sorpresa, ogni suo romanzo è un opera d'arte e leggerei un libro dopo l'altro senza mai fermarmi. Non riesco a credere di aver atteso così tanto tempo per immergermi in questo magico mondo. Nei suoi romanzi c'è tutto ciò che una storia dovrebbe avere: personaggi che ti conquistano e che mai dimenticheremo, uno stile fluido e accattivante, e grandi novità e cambiamenti man mano che l'avventura prosegue.
Tempo di lettura: 4 giorni