martedì 14 febbraio 2017

Recensione: 'L'ultimo Lieto Fine' di Soman Chainani

Buongiorno lettori!
Il finale del secondo capitolo di questa storia mi ha tormentata per un anno, da quando l'ho terminato sono rimasta con un pensiero fisso 'Devo assolutamente scoprire come va a finire', sono stata tentata di iniziarlo in lingua inglese tanta era la mia curiosità, ma con molta pazienza ho atteso l'uscita italiana! Come ho aperto il pacchettino contenente il libro ho fatto i salti di gioia e l'ho iniziato subito, non avevo tempo da perdere.
──────────────────────────
Titolo: L'Ultimo Lieto Fine (L'Accademia del Bene e del Male, #3)
Autore: Soman Chainani
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 17 Genaio 2017
Pagine: 557
Prezzo: €18,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Agatha passava per odiosa e prepotente, ma si è scoperta buona e gentile. Sophie era considerata la persona più dolce del mondo, ma nascondeva un animo egoista e altezzoso. Sono sempre state unite, ma l'amicizia di una vita si è sciolta come neve al sole.
Tedros era un perfetto principe delle favole, ma nella vita di tutti i giorni si rivela capriccioso, pretenzioso e viziato. Il Gran Maestro era vecchio e potente, e all'improvviso si è trasformato in un sedicenne pallido, affascinante, impulsivo.
Sarebbe bello che ciascuno di loro potesse vivere fino in fondo la propria storia, come in ogni fiaba che si rispetti. Ma nulla è come sembra, nulla va come ci si aspetta…
Solo una cosa accomuna tutto e tutti: la disperata ricerca del Lieto Fine. L'ultimo Lieto Fine.


RECENSIONE
La storia parte esattamente dove abbiamo lasciato i nostri eroi, o più precisamente esattamente nel punto in cui speravo iniziasse questo nuovo capitolo. Agatha e Tedros si sono ritrovati nella cittadina di Gavaldon pronti a suggellare il loro lieto fine, ma il Narrastorie non ha intenzione di portare a termine la loro storia, il libro rimane aperto su quell'ultima pagina e si rifiuta di iniziare una nuova fiaba. Nel frattempo Sophie continua a rifiutare la proposta di matrimonio del Gran Maestro - o Rafal, come si fa chiamare - ma non riuscirà a rifiutarla ancora a lungo e questo porterà alla quasi distruzione di tutto il regno delle fiabe.
Nel primo capitolo abbiamo conosciuto il Male e il Bene, nel secondo Ragazzi contro Ragazze e in questo il Vecchio contro il Nuovo. Inizialmente non capivo cos'avesse di tanto speciale questo 'argomento', ma alla fine l'ho trovato geniale: i Cattivi delle fiabe che sono stati sconfitti sono stati portati in vita per riscrivere il loro finale a loro vantaggio, il Gran Maestro vuole far sì che non sia più il Bene a trionfare su tutto, bensì il Male visto che adesso ha una cosa che prima non ha mai avuto dalla sua parte, ovvero l'Amore.
Tutti gli studenti, che siano Mai o Sempre, sono stipati nella stessa Accademia - adesso di uno splendete onice nero -, e devono partecipare agli stessi corsi, un'impresa non proprio semplice per il Bene che deve eseguire azioni del Male.
Ciò che mi ha colpito di più di tutto il libro è l'incontro con i vecchi eroi delle fiabe, ma è stato anche il punto che più mi ha traumatizzata. L'incontro con eroi tipo Cappuccetto Rosso, Cenerentola, Peter Pan e Campanellino mi ha aperto il cuore, ma in qualche modo mi ha cambiato la loro visuale: erano vecchi, con tutti i problemi che una persona anziana possa avere, e soprattutto la loro personalità con il tempo è mutata visibilmente. Ciò che mi ha fatto piangere il cuore però sono stati i cambi di finali per via dei Cattivi: Soman ha trucidato parecchie principesse, tra cui Biancaneve e il sette nani e io mi sono sentita proprio triste! Nonostante i miei sentimenti credo che questi cambiamenti siano proprio il punto di forza dell'intero romanzo.
Per quanto riguarda le protagoniste della nostra fiabe le ho trovate cambiate, più propense a fare la mossa giusta, o almeno parlando di Agatha, Sophie l'ho trovata come sempre con il pensiero fisso sull'essere amata, sull'essere importante per qualcuno, sul volere il suo Lieto Fine, anche a costo di rovinare quello di qualcun altro. La scelta fatta dagli Stinfalidi nel primo libro si è confermata essere corretta: Sophie all'Accademia del Male e Agatha in quella del Bene. Agatha è stata disposta a sacrificare il suo Lieto Fine per permettere al Reame delle Fiabe di sopravvivere, dimostrandosi una Sempre più che mai!
Per terminare, il libro mi è piaciuto da impazzire, ho trovato parecchi spunti di originalità, l'ho trovato studiato nei minimi dettagli, ho trovato che l'autore abbia introdotti parecchi interrogativi che non si sono risoluti nel banale, ma che mi hanno lasciata stravolta da quelle nuove novità. Ci sono parecchi colpi di scena, parecchie girate di spalle, ma ho trovato che ogni cosa è andata al posto giusto! Vorrei potervi dire che L'Accademia del Bene e del Male. L'Ultimo Lieto Fine è un capitolo conclusivo con i fiocchi, ma no.. certamente si chiude un capitolo fondamentale della storia, ma non è affatto la fine di Agatha e Sophie, perché Soman Chainani sta scrivendo un quarto libro per questa serie, e tante sono le domande irrisolte che aspettano di trovare una fine. Sono al settimo cielo per questa notizia, non sono sicura di riuscire ad attendere l'uscita italiana - sempre che lo vedremo mai nelle nostre librerie; io incrocio le dita!

1 commento:

  1. Aspetto che esca il quarto e poi me la leggo tutta d'un fiato :)

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*