venerdì 8 dicembre 2017

Recensione "Caraval" di Stephanie Garber

Titolo: Caraval (Caraval, #1)
Autore: Stephanie Garber
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 02 Novembre 2017
Pagine: 432
Prezzo: €18,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l'imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga. E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l'aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall'isola e dal suo destino... Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l'edizione di Caraval che sta per iniziare ruota intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre...


RECENSIONE
La storia parla di due sorelle molto legate tra di loro, condividono tutto, persino le violenze del padre che punisce l'una ferendo l'altra. Rossella e Donatella vogliono una vita diversa, lontano dalla loro terra e soprattutto lontane dalla persona che non dovrebbe fare altro che donarle amore. Le due presto riusciranno in questo intento grazie a Rossella che è stata promessa ad un conte di un'altra terra e presto si sposerà, permettendo sia a lei che a sua sorella di coronare il loro sogno. Un altro sogno che hanno entrambe nel cassetto da quando erano bambine è andare a Caraval, di cui la nonna ha sempre narrato delle magiche storie, un luogo fuori dal comune dove tutto è possibile, dove la magia regna sovrana e dove i desideri potrebbero realizzarsi. Ogni anno Caraval viene fatto in un luogo diverso e vi si accede solo tramite invito. Quest'anno le sorelle Dragna sono state invitate e grazie all'aiuto di Julian, un giovane marinaio, sono riuscite a raggiungere l'isola. All'arrivo di Rossella, sua sorella non era più sulla spiaggia dove dovrebbe essere, e presto si scopre che Donatella è stata rapita, perché è l'obiettivo del gioco di quest'anno: i giocatori dovranno trovare i cinque indizi per trovare la ragazza e guadagnarsi il grande premio di quest'anno, un desiderio esaudito.
Il libro parte in modo graduale, inizialmente è abbastanza lento, molte cose non le si capisce al volo, ma come sbarcano sull'isola del Mastro Legend, cambia totalmente direzione. Ogni cosa sull'isola è cosparsa di magia, ogni persona è circondata da un aura magica, ogni oggetto, ma soprattutto la caccia. Ogni indizio non è facile da trovare, ma con un po' di attenzione e maestria, tutto è possibile. Il luogo in cui si svolge il gioco è una piccola isola, ma dalla città immensa, con cunicoli e gallerie, ogni sorta di luogo che potete immaginare è presente. Ci sono negozi di ogni genere, e si può pagare con qualsiasi cosa, persino con i giorni di vita. Sono rimasta affascinata e sbalordita da quest'ambientazione così ben creata.
I personaggi mi sono piaciuti tutti moltissimo, un po' meno il padre delle ragazze, ovviamente, ma anche lui aveva la sua caratterizzazione ben delineata. Tra le due sorelle ho preferito Donatella, forse perché è stata meno presente, ma anche Rossella si è rivelata diversa da come me la sarei aspettata. Sella è rimasta fedele alla causa, non si è mai distratta e non ha mai desiderato altro che ritrovare sua sorella e poter tornare sulla sua isola in previsione delle nozze. Il personaggio che più ho amato è stato Julian, leale, ma distaccato, un ragazzo pieno di segreti, ma estremamente affascinante. Anche diversi personaggi minori li ho trovati interessanti, ma troppo poco presenti per riuscire a delinearli correttamente.
La storia è scorrevole, è misteriosa al punto giusto, è confusionale e scritta alla perfezione. I misteri che aleggiano tra le pagine sono talmente ben ingegnati che anche noi rimaniamo a pensare e tentare di trovare una soluzione, ma non arriveremmo mai alla soluzione concreta. Non c'è parola migliore che Magico per descrivere tutto, perché è la magia che regna sovrana in questa storia e già ne sento la mancanza, non vedo l'ora di scoprire cosa succederà nel secondo volume della serie, anche se si sarebbe potuto benissimo fermare a questo primo.
Tempo di lettura: 3 giorni

Nessun commento:

Posta un commento

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*