giovedì 17 novembre 2016

Recensione: "Magisterium. La Chiave di Bronzo" di C.Clare & H.Black

Buongiorno lettori!
oggi voglio lasciarvi la mia opinione su un libro che attendevo da quando ho terminato il precedente. Questa serie mi lascia sempre un senso di smarrimento, ma di appagamento allo stesso tempo al termine di ogni libro e questo terzo volume non è stato assolutamente da meno. Anzi, con questo capitolo è risalita di un gradino e sono curiosissima, anzi non sto nella pelle, per ciò che verrà nei volumi successivi. Sono solo sconcertata per il fatto che devo attendere un altro anno per continuare l'avventura di Callum!
──────────────────────────
Titolo: Magisterium. La Chiave di Bronzo (Magisterium, #3)
Autore: Cassandra Clare & Holly Black
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 25 Ottobre 2016
Pagine: 372
Prezzo: €17,00
Goodreads  |  Amazon  |  Pagina Ufficiale
Trama:
Callum, Aaron e Tamara sono inseparabili. Frequentano il Magisterium, dove vengono addestrati a dominare la magia per combattere il Nemico e riportare l'ordine in un mondo dominato dal caos. Una scuola come la loro dovrebbe essere il luogo più sicuro e protetto per farlo. Ma dopo la morte improvvisa di un compagno, i tre amici si ritrovano a seguire le tracce di un sinistro assassino, mettendo a repentaglio le proprie vite.
Come se non bastasse, hanno il fondato sospetto che nel Magisterium si aggiri una spia del Nemico.
Non c'è tempo da perdere. L'ennesima Guerra Magica incombe, e l'unico modo per sconfiggere il Nemico è giocarsi il tutto per tutto. Perché se la magia finisce nelle mani sbagliate il male che può scaturirne è inimmaginabile.


RECENSIONE
Sono rimasta sempre abbastanza colpita da questa serie e questo terzo libro non è assolutamente stato da meno.
A differenza dal secondo libro questo è quasi totalmente ambientato nel Magisterium e questa è una cosa che ho amato tantissimo siccome nel precedente ho sentito molto la mancanza di quest’ambientazione. Abbiamo scoperto nuovi meandri di questa enorme grotta sotterranea invisibile agli occhi umani, abbiamo esplorato una nuova zona dei sotterranei dove vengono tenuti i Primitivi e ho amato immaginarmi con Call, Aaron e Tamara. Ma abbiamo anche puntato più in alto e abbiamo fatto un giro all’interno del prestigioso Collegium, un’enorme struttura posizionata sotto terra, circondata dall’oceano che ha molto fascino, quasi quanto il Magisterium!
Altra cosa che ho amato più del secondo libro è la storia narrata in questo terzo capitolo. Inizia in modo graduale per poi rapire il lettore e coinvolgerlo sempre di più in una storia mai banale, ma tortuosa, magica e accattivante. Sin dalle prime pagine un’ombra di mistero aleggia intorno alle strane situazioni che iniziano a capitare ai tre giovani maghi e solo nelle ultime dieci pagine questa nebbia viene diradata, svelando qualcosa a cui mai saremmo potuti arrivare con i pochi indizi lasciati dalle autrici.
Impariamo a conoscere un po’ meglio i numerosi personaggi presenti: Jasper – che ho odiato fino ad adesso – mostra un nuovo lato di sé, diventa più sensibile, più altruista e persino più simpatico. Impariamo di più sulle sorelle di Tamara e su Alex, l’attuale ragazzo di una di loro. I tre protagonisti sono cresciuti molto rispetto ai precedenti Anni, sono più maturi e più responsabili grazie alle mille avventure e disgrazie che han dovuto superare, ma ancora hanno tanto da dare e dimostrare.
In questo terzo capitolo impariamo molto di più sull’intrigante magia del Chaos. Finalmente Magister Rufus prende a cuore il vero elemento di Call e Aaron e cerca di istruirli come meglio può su quest’elemento tanto pericolo. Non credo abbia bisogno di dirvi che ho divorato ogni singola parte riguardante questo argomento, ne sono davvero affascinata: Makar, creature del Caos e tutte queste cose da Sire Malvagio sono ciò di cui mi sono importata maggiormente.
Nonostante abbia molto apprezzato questo libro, nonostante non riuscissi a staccarmi dalle pagine sono fermamente convinta che due autrici acclamate come la Clare e la Black possano fare decisamente di meglio, possano arrivare molto più in alto e creare una serie che non la si dimenticherà mai. Non mi sono certa dimenticata che parecchi di voi l’hanno paragonata ad Harry Potter e non ero d’accordo fino a questo punto. Adesso ho notato un elemento che mi ha subito fatto gridare il nome del maghetto: una prova di fuoco. Non appena ne ho letto i dettagli mi è venuto in mente in labirinto presente nel Calice di Fuoco, certamente non era esattamente identico, ma ne rievocava tantissimo il ricordo.
Per terminare la recensione continuo a consigliarvi di iniziare\proseguire questa serie perché ha davvero molto potenziale. Con questo terzo libro iniziamo a capirne decisamente di più sulla storia e le aspettative per i prossimi volumi si fanno sempre più alte in quanto vengono introdotti elementi che mettono sempre più curiosità. Se siete alla ricerca di una serie con la quale potrete dimenticarvi della realtà per qualche ora questa fa proprio al caso vostro.
Tempo di lettura: 3 giorni

1 commento:

  1. Spero di leggerlo presto! La serie era iniziata bene, ma il secondo non mi aveva convinto del tutto. Spero che questo sia migliore ;)

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*