giovedì 12 aprile 2018

Recensione: "Il Ritorno" di Jennifer L. Armentrout

Titolo: Il Ritorno (Titans, #1)
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: HarperCollins Italia
Data di pubblicazione: 12 Aprile 2018
Pagine: 448
Prezzo: €16,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
È passato un anno da quando Seth ha stretto il suo folle patto con gli dei, accettando di mettere la propria vita al loro servizio. Da allora gli hanno affidato ogni sorta di lavoro sporco, missioni violente e sanguinose che non gli creano nessun problema di coscienza, anzi. Ora, però, Apollo ha in mente qualcosa di diverso. Vuole che protegga una ragazza, e per giunta senza sfiorarla con un dito. Il che, per uno come lui, che ha qualche problema a controllare le proprie pulsioni, potrebbe rivelarsi la sfida più difficile che abbia mai dovuto affrontare. Perché Josie non ha la minima idea dell'effetto che ha su di lui ma, quel che è peggio, non immagina neanche lontanamente l'incubo in cui sta per precipitare. E l'attrazione irresistibile che la spinge tra le braccia del bellissimo giovane dagli occhi ambrati e colmi di segreti potrebbe non essere il minore dei pericoli che l'aspettano.


RECENSIONE
Mi sono innamorata del mondo di Covenant di Jennifer, ero triste quando ho terminato i cinque libri appartenenti alla serie madre, ma ero super presa a bene quando ho sentito che sarebbe arrivata anche da noi la serie spin-off. Questa realtà mi ha talmente colpita che se potessi decidere un mondo libresco in cui vivere, scegliere questo paesaggio nonostante ci siano mille pericoli in agguato, ma d'altronde questo rende tutto più avventuroso!
Non riincontriamo i personaggi protagonisti della prima serie, ma moltissimi fanno la loro ricomparsa. La serie è incentrata su Seth - un Seth decisamente buono, non malvagio - il bell'Apollyon che ha fatto perdere la testa a tutte noi lettrici e non solo. Incontriamo nuovamente personaggio spassosissimi come Deacon - quando ha fatto la sua comparsa ero al settimo cielo! - e Luke - che insieme a Deacon è davvero un amore. Altri sono più seri come Marcus e il padre dell'ex eroina Alex, ma mi ha fatto piacere sapere come se la passano adesso. Accanto a Seth troviamo una nuova protagonista, Josie, una ragazza che apparentemente è una comune mortale, ma sotto sotto ha dei poteri incredibili, e soprattutto è imparentata con il nostro Dio preferito: Apollo!
Questa volta non bisogna preoccuparsi solo dell'imbattersi in un Daimon - le orrende creature che si cibano dell'etere che ogni Puro o Mezzosangue ha dentro il sangue - ma ci sono pericoli ben peggiori, come Ombre e Titani, che sono scappati dagli inferi e sono sulle tracce dei Semidei - creature che fino ad ora non sapevamo nemmeno l'esistenza - per recuperare le forze e sconfiggere gli Dei che gli hanno rovinato l'esistenza! Josie sfortunatamente è una Semidea e la sua vita è stata stravolta: prima di tutto dalla presenza dell'Apollyon, poi dalla verità sulla sua natura, e infine dal pericolo che si è abbattuto anche sulla sua famiglia. Come se non bastasse questo stravolgimento, c'è un Titano in particolare che si trova sulle sue traccie a causa della sua parentela con Apollo: Iperione, quindi si trova decisamente in grave pericolo!
Un enorme cambiamento dalla serie madre è il cambio di genere, da Young Adult passiamo ad un New Adult, e la cosa a volte mi ha infastidita. Non sono abituata a vedere Seth in queste vesti, anche se senza ombra di dubbio si sapeva che la sua mente era altamente perversa. Nonostante la cosa mi faccia ancora un po' strano, credo che questo cambio sia azzeccatissimo per immedesimarci meglio nella mente del bel Apollyon.
Una cosa che mi è piaciuta tantissimo è stato conoscere più dettagli del passato di Seth, non si era mai aperto così tanto con qualcuno, non ha mai parlato di sua madre oppure di suo padre, e sono contenta l'abbia fatto. Sicuramente avrà un passato interessante, e vorrei saperne sempre di più.
Per terminare, come ogni altro libro che ho letto della Armentrout, questo lascerà senza dubbi il segno, dovrebbe uscire il secondo capitolo entro la fine dell'anno e io già non vedo l'ora. Il suo stile resta sublime, non mi sono annoiata per nemmeno una pagina, anzi ho letto con avidità per sapere come sarebbe andato a finire ogni capitolo! In più, all'autrice non manca il senso dell'umorismo, mi sono ritrovata a ridere ad occhi spalancati per moltissime volte, per fortuna nessuno mi ha vista!
Tempo di lettura: 4 giorni

1 commento:

  1. Io sono ancora un po’ arrabbiata con la Armentrout perché speravo che prendesse decisioni più “estreme” in L’ombra di Ares e invece non lo ha fatto quindi sono un po’… così. Però questo libro mi intriga un sacco e poi c’è Seth *-* Io lo adoro, non ci posso fare nulla! Ho solo un po' il timore che con il cambio di genere inizi a starmi sulle scatole, ahah

    RispondiElimina

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*