venerdì 24 marzo 2017

Recensione: 'Anima Divina' di Jennifer L.Armentrout

Buongiorno lettori!
oggi vi parlo di un libro che ho atteso per parecchio tempo. Sin dalla fine del secondo volume volevo lanciarmi a capofitto sul seguito e adesso.. indovinate? Non vedo l'ora di avere il quarto libro. Non avrei mai e poi mai immaginato che un libro con gli Dei potesse piacermi a tal punto, sono davvero entusiasta di avere iniziato questa serie.
──────────────────────────
Titolo: Anima Divina (Covenant, #3)
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: HarperCollinsItalia
Data di pubblicazione: 16 Marzo 2017
Pagine: 379
Prezzo: €16,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Alexandria non sa se ce la farà ad arrivare viva al suo diciottesimo compleanno e al fatidico Risveglio. Il fanatico Ordine di Thanatos, a lungo dimenticato, la sta cercando per eliminarla, e se il Consiglio dovesse scoprire cosa è successo davvero durante l'attacco al Covenant dello stato di New York, la sua sorte sarebbe ugualmente segnata. E così pure quella di Aiden, la Sentinella di sangue puro che farebbe di tutto per proteggerla. Non solo: ogni volta che si "allena" con Seth, il primo Apollyon, le compare sulla pelle un nuovo simbolo della speciale natura divina che li lega indissolubilmente e cresce il rischio di anticipare il momento del Risveglio, con conseguenze inimmaginabili e forse persino devastanti. Come se non bastasse, all'improvviso una rivelazione sconvolgente cambia ogni cosa e Alex, intrappolata tra sentimenti e necessità, impara a proprie spese di chi si può davvero fidare... e chi, invece, l'ha ingannata fin dall'inizio. Quando gli dei si riveleranno e la loro collera si scatenerà, in pochi sopravvivranno. E solo chi rimane saprà se davvero l'amore può sconfiggere il destino.


RECENSIONE
A differenza dei romanzi precedenti in questo c'è meno azione, non è adrenalinico e particolarmente 'combattente', ma mi è piaciuto da impazzire. In questo capitolo ci sono parecchie risposte a quesiti rimasti in sospeso, ci sono momenti di conflitto interiore, momenti di panico, momenti in cui possiamo comprendere meglio le ansie e i problemi di Alex, ma anche della sentinella Aiden e dell'Apollyon Seth.
Se ricordate bene nel primo libro avevo un debole per Aiden, mentre nel secondo il mio cuore era tutto per Seth. Beh questa volta se lo sono conteso entrambi, per la prima metà del libro volevo vedere Alex insieme a Seth, ma poi la trovavo perfetta insieme ad Aiden, e come se non fosse abbastanza il giovane Apollyon è entrato nella cerchia di personaggi che proprio non riuscivo a sopportare. Purtroppo il potere di Akasha gli ha dato alla testa, ha iniziato ad essere troppo in combutta con Lucian - che non riesco proprio a tollerare - e l'unica cosa a cui riesce a pensare è il potere, per questo mette in secondo piano la felicità e la volontà di Alexandria, o forse non gli è mai importato davvero di lei?
La novità che ho apprezzato maggiormente è stata l'introduzione degli Dei, certamente hanno fatto molti accenni a loro nei precedenti capitoli, ma questa volta si sono proprio presentati e abbiamo imparato a conoscere maggiormente la loro personalità e i loro poteri. Tra coloro che han fatto la loro comparsa possiamo citare Apollo - che è più vicino di quello pensiamo - Ade, Afrodite e Poseidone. Sono davvero curiosa di conoscerli maggiormente, spero di vederli più presenti e più numerosi nei seguiti.
Come vi ho già detto veniamo a conoscenza di parecchie novità in questo libro, soprattutto nella prima metà. Questo potrebbe dare un effetto di lentezza alla lettura, ma arrivati al terzo capitolo, non so voi, ma io avevo bisogno di una pausa dall'azione, avevo bisogno di avere tante risposte, di soffermarmi a capire cosa provo per i personaggi e a conoscerli un pochettino meglio. Ciò che non è assolutamente cambiato è lo stile della Armentrout: il suo modo di fare dell'ironia è qualcosa di unico e anche questa volta mi sono ritrovata a trattenermi dal scoppiare a ridere. Ogni sua aggiunta a questa serie si rivela ben bilanciata, come se sin dall'inizio avesse bene in mente dove sarebbe andata a parare, e come avrebbe sicuramente sorpreso il lettore. Questo terzo libro è una sorpresa continua, è una continua ribalta di situazione, Jennifer si prende gioco dei nostri sentimenti, impugna il nostro cuore e aumenta sempre più la stretta. Io non so' voi, ma ormai sono dipendente da questa serie e ogni giorno senza poter leggere il seguito è una tortura, saranno dei mesi d'Inferno - ma purtroppo non ci sarà Ade accanto a noi, chi vuol capire capisca!
Tempo di lettura: 3 giorni

Nessun commento:

Posta un commento

Ora che sei passato e teoricamente hai letto questo post, lasciami un commento *3* eddai cosa ti costa! :DD
Graazie *-*