Recensione: "Panic" di Lauren Oliver

Titolo: Panic
Autore: Lauren Oliver
Editore: Safarà Editore
Data di pubblicazione: 07 Dicembre 2016
Pagine: 363
Prezzo: €18,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
È arrivata una nuova estate a Carp, una cittadina senza futuro immersa nel cuore grigio di un’America sonnolenta. Ma con la fine della scuola arriva anche Panic, la competizione segreta a cui partecipano i diplomati al liceo cittadino, e come ogni anno è pronta a dissipare il torpore e scatenare i conflitti più violenti, le alleanze più inaspettate, i sentimenti più profondi. Heather, Dodge, Nat e Bishop: un gruppo di amici, una serie di prove da superare. Paura e coraggio, lealtà e tradimento, il miraggio di un primo amore, un biglietto per il futuro; la posta in gioco è altissima, e così anche il rischio. Sei pronto a giocare?


RECENSIONE
A Carp i ragazzi non hanno grandi prospettive per il futuro, le loro famiglie non hanno un reddito abbastanza alto da permettere ai figli una buona istruzione, molti di loro abitano in case mobili e si sentono intrappolati in questa cittadina, non c'è una vera e propria via di fuga. Per questo l'unica loro speranza è vincere a Panic, un gioco molto pericoloso che si tiene al termine dell'anno scolastico e possono partecipare i ragazzi maturandi. Il gioco consiste in una serie di prove pericolose come tuffarsi da un dirupo, entrare in proprietà altrui o la roulette russa, e il vincitore si porterà a casa l'intero monte premio, la loro unica possibilità di avere un futuro migliore lontano da Carp.
I protagonisti del libro sono Heather, una giovane ragazza dalla famiglia non proprio ordinaria: la madre fa uso di sostanze stupefacenti e bevande alcoliche, arrivando al punto di lasciare le sue figlie chiuse fuori casa. La giovane per racimolare qualche soldo ha iniziato a lavorare in una fattoria non lontana dalla città e ha preso parte al gioco di Panic inizialmente per far colpo su un ragazzo, ma successivamente per poter donare un futuro migliore a sua sorella. Dodge ha iniziato a partecipare al gioco per vendetta: sua sorella ha perso l'uso delle gambe qualche anno prima proprio a causa di Panic e al fratello di un concorrente di quest'anno. Nat è la migliore amica di Heather ed è rimasta sorpresa quando ha scoperto che l'amica avrebbe partecipato insieme a lei. Sinceramente è l'unica 'protagonista' a non avermi convinta a pieno, le sue motivazioni non sono proprio chiare e si capisce subito che non è la persona adatta a partecipare ad una cosa come Panic, è sempre titubante e si fa tantissimi problemi. Bishop è il migliore amico di Nat e Heather e non è d'accordo sulla partecipazione di entrambe, considera il gioco molto pericoloso e vuole restarne fuori il più possibile, anche se.. è più invischiato di quanto faccia notare.
La narrazione del libro è molto buona, scorre velocemente e ogni capitolo ti spinge a dover continuare. I diversi punti di vista - di Dodge e Heather - che troviamo nei vari capitoli sono una scelta geniale per farci conoscere e capire maggiormente le due giovani menti, ci permettono di conoscere molti tratti di loro e renderli decisamente reale ai nostri occhi. La personalizzazione dei personaggi è sicuramente un punto di forza del romanzo, potrebbero essere dei ragazzi che abitano nel nostro stesso paese - speriamo di no, visto com'è Carp! Ho atteso con il fiato sospeso ogni singola prova di Panic, mi sono piaciute moltissimo e sentivo io stessa la pelle d'oca per ciò che i ragazzi avrebbero dovuto fare, sentivo l'adrenalina e la paura che l'autrice voleva traspirasse dalle pagine, ma anche la disperazione di chi voleva i mezzi per avere un futuro migliore, di chi era stanco di abitare in un posto dove non avrebbe avuto un futuro.
7/26/2021

Recensione: 'The Tower. Il Millesimo Piano' di Katharine McGee

Buongiorno lettori!
oggi vi parlo di una lettura che mi ha piacevolmente sorpresa, ne avevo sentito parlare molto bene tanto che è schizzato ai vertici della mia TBR! Ora a lettura terminata posso dirvi che non vedo l'ora di avere il seguito tra le mani. E' un mix di pretty little liars, e gossip girl, con tanti sentimenti, tanti segreti e soprattutto tante bugie.
──────────────────────────
Titolo: The Tower. Il Millesimo Piano (The Thousandth Floor, #1)
Autore: Katharine McGee
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 09 Maggio 2017
Pagine: 468
Prezzo: €17,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Manhattan, 2118. New York è diventata una torre di mille piani, ma le persone non sono cambiate: tutti vogliono qualcosa, e tutti hanno qualcosa da perdere. La spregiudicata Leda, che brama una droga che non avrebbe mai dovuto provare e un ragazzo che non avrebbe mai dovuto toccare. La viziata Eris, che dopo aver perso tutto in un istante vuole risalire, ma presto comincerà a chiedersi quale sia veramente il suo posto. Il geniale Watt, che può arrivare ai segreti di ciascuno, e quando viene assunto per spiare una ragazza si troverà imprigionato in una rete di bugie. E sopra tutti, al millesimo piano della Torre, vive Avery, la ragazza disegnata geneticamente per essere perfetta. La ragazza che sembra avere ogni cosa, tormentata dall'unica che non dovrebbe nemmeno desiderare...


RECENSIONE
La prima cosa che spicca in questo libro è l'ambientazione, la storia è ambientata tra circa un secolo all'interno di un grattacelo di mille piani nel bel mezzo di New York. Il grattacelo è talmente grande che ogni piano è composto da isolati, ci sono parchi, negozi e ristoranti ed è suddiviso come una vera e propria gerarchia: più si è potenti e pieni di soldi, più ci si può permettere un appartamento ai piani più alti. Non solo il modo in cui è costruito il Tower è fantastico, ma anche la nuova tecnologia: ci sono degli oggetti chiamati Creasogni che permettono di costruirsi il sogno che si vuole prima di andare a dormire, c'è il modo di provare i vestiti senza provarli davvero su uno schermo, e se entri nei negozi più costosi c'è un rilevatore che prende le misure del tuo corpo e ne registra i minimi cambiamenti. E' un posto spettacolare, una visione futuristica come non avevo mai visto! Si può viaggiare a Parigi con un treno ad alta velocità e andare e tornare in una sola giornata!
Altrettanto spettacolari sono i protagonisti e le loro storie, complicate, ma più vere che mai! Come prima protagonista c'è Avery, la ragazza dall'aspetto fantastico, che tutti vorrebbero avere accanto, ha soldi e popolarità, può avere tutto quello che vuole, ha una vita da sogno, ma non può avere l'unica cosa vorrebbe realmente, il ragazzo che ha rubato il suo cuore. Poi c'è Leda, la migliore amica di Avery, che ha passato l'estate in un centro di recupero fuori New York, ma non vuole farlo sapere a nessuno, per questo continua a mentire e nonostante la sua promessa di allontanarsi da sostante stupefacenti e alcolici, scoprirà ben presto che cedere alle tentazione non è mai stato tanto facile. Troviamo poi Eris, sempre in quel cerchio di amicizie, scopre subito quanto è facile cadere più in basso di sempre, a seguito di una menzogna di sua madre è costretta a trasferirsi ai piani bassi, deve mentire costantemente alle sue amiche perché troppo imbarazzante da rivelare, ma abitare così in basso potrebbe avere qualche vantaggio, come incontrare qualcuno di interessante. Troviamo poi Watt un genio dell'informatica, ha creato un Quant che è illegale, ma per non farselo scovare se lo è fatto impiantare nel cervello, per questo è il ragazzo più intelligente di tutto il Tower e soprattutto il ragazzo in grado di scoprire tutti i segreti di ogni persona, o quasi. Infine troviamo Raylin una ragazza povera che vive alla giornata provando droghe di ogni genere e andando a feste ogni sera, finché un giorno viene chiamata a lavorare come signora delle pulizie ai piani alti e scopre i lussi che la vita potrebbe darle.
La narrazione è davvero avvincente, i capitoli sono divisi in modo da dare parola ad ognuno dei personaggi, le loro vite volendo o meno sono collegate tra di loro, si intrecciano alla perfezione, tanto che si capisce che un capitolo sta accadendo proprio nel mentre di quello successivo. I ragazzi non potevano essere più veri, sono umani e come tali hanno delle mancanze e delle debolezze, non sono i classici personaggi perfettini che ognuno di noi vorrebbe essere, ma potremmo essere noi, solo cento anni nel futuro! Il finale mi ha straziata, mi ha lasciata di stucco, ansiosa per quello che sarebbe successo dopo, non perché finisce con un clamoroso cliffhanger, ma perché il mistero si infittisce, le bugie saranno ancora più difficili da nascondere, ma soprattutto il senso di colpa investirà tutti i protagonisti, nessuno escluso.
Tempo di lettura: 3 giorni
7/23/2021

Recensione: "Crave" di Tracy Wolff

Titolo: Crave (Crave, #1)
Autore: Tracy Wolff
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 02 Febbraio 2021
Pagine: 448
Prezzo: €14,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
"Si è mostri solo perché ci si comporta come tali?". Arriva in Italia "Crave", il primo volume della serie paranormal romance di Tracy Wolff. Il romanzo diventerà presto anche un film prodotto dalla Universal Pictures. In seguito alla morte improvvisa dei genitori, Grace è costretta a lasciare la sua amata San Diego e trasferirsi in Alaska, terra di cui non conosce praticamente nulla. Il primo impatto non è dei migliori: un atterraggio da panico su una pista ghiacciata e un viaggio rocambolesco a bordo di un gatto delle nevi, a temperature polari. Tuttavia, quando arriva alla Katmere Academy, la scuola esclusiva di cui suo zio è preside, la ragazza non può che rimanere a bocca aperta alla vista della sua nuova casa: un maestoso castello con le torri che svettano nel cielo nero. Ma l'incanto svanisce in fretta. Tempo un quarto d'ora e Jaxon Vega, il leader indiscusso della scuola, la minaccia e le intima di tornarsene da dove è venuta. Benché indignata e confusa dalle sue parole, Grace è affascinata da quel ragazzo misterioso, con il volto solcato da una cicatrice e gli occhi scuri che celano a stento una grande sofferenza. E decide di scoprirne ogni segreto. Più indaga, però, più si rende conto che Jaxon e i suoi compagni sono tutto fuorché comuni studenti e che alla Katmere Academy niente è come sembra. Quando il soprannaturale fa irruzione con prepotenza nella sua vita, Grace si aggrappa disperatamente all'unica cosa che considera reale: i sentimenti che prova per Jaxon. Saranno sufficienti a permetterle di sopravvivere in un mondo in cui i mostri esistono e non si nascondono sotto il letto?


RECENSIONE
Crave non è certamente il romanzo dell'anno, ci sono tantissime cose che mi hanno fatto storcere il naso, tanti elementi che non mi hanno convinta, ma complessivamente la trama mi è piaciuta tanto, e ho finito il libro in un paio di giorni nonostante le pagine siano tante.
A seguito di un incidente che si è portato via i suoi genitori, Grace, ha dovuto lasciare San Diego per andare nella polare Alaska, dove resterà con sua cugina Mace e suo zio, nell'accademia che lui dirige. Sin dal primo giorno hanno iniziato ad accadere fatti strani e la sua vita è stata a rischio numerose volte. L'unica nota positiva è la presenza di Jaxon Vega, un ragazzo talmente tenebroso da stuzzicarle la curiosità.
L'inizio non è certo stato una passeggiata, ho fatto fatica ad immergermi nella storia, non mi sentivo la benvenuta, ma superato lo scoglio iniziale, la lettura è andata avanti liscia come l'olio. La trama per circa metà libro è misteriosa, vengono lanciati degli indizi in ogni pagina per farci capire in che tipo di mondo ci troviamo e non vedevo l'ora di scoprire ogni singola caratteristica di queste creature magiche. Alcune cose ci vengono dette, altre cose no, ma confido di saperne maggiormente all'interno del secondo capitolo.
La protagonista, Grace, è una tontolona, non si può definire in altri modi. Nonostante tutti gli indizi di questo mondo continua a domandarsi cosa le stiano tenendo nascosto nella nuova scuola! Inoltre ci sono pagine su pagine di complessi mentali identici gli uni con gli altri, tante parole sulla confusione, sui sentimenti, su cosa ne pensa del ragazzo più bello della scuola.. Insomma, è molto ripetitiva e a tratti noiosa. Un altra cosa che non mi ha convinta è che si è innamorata in soli 6 giorni, e dopo altrettanti giorni si è messa a fare lezioni di vita agli altri studenti, come se avesse già capito che genere di persone fossero e sapesse tutto lei. Sta cosa mi ha mandata in bestia!!
Un personaggio che mi è piaciuto moltissimo, invece, è Jaxon Vega - insomma già il nome fa capire tutto! E' il figaccione della scuola, è scorbutico, tutta la scuola lo teme, ma tutte le ragazze lo desiderano e lui ha occhi solo per la nuova arrivata. Sotto alla facciata da duro, si nasconde il ragazzo più premuroso del mondo, è davvero il ragazzo della porta accanto.
Un altro personaggio che ha stuzzicato la mia attenzione, e di cui vorrei conoscere più dettagli, è Flint. E' molto misterioso, ma anche lui molto dolce, sembra avere davvero a cuore Grace e vuole aiutarla ogni volto possibile - peccato che tutto questo aveva un secondo fine.
L'ambientazione è ben descritta, mi è sembrato di essere io stessa all'interno di un enorme castello contornato da neve ad oltranza! La parte che più mi ha incuriosita di più è la presenza di numerose gallerie sotterranee, ma purtroppo non ci è stato spiegato dettagliatamente cosa succede là sotto.
Come ho detto in precedenza, credo che all'interno dei volumi successivi ci verranno spiegate tante altre cose sulle dinamiche dell'accademia e sul rapporto burrascoso tra Draghi/Vampiri/Streghe/Lupi Mannari. Vi consiglio questa lettura se volete qualcosa di leggero che vi intrattanga, ma non aspettatevi l'originalità. E' senza dubbio sull'onda di Twilight, vi sono tantissimi riferimenti a cantanti, film, libri e serie tv e questa cosa mi ha strappato un sorriso.
7/19/2021