Review Party: "Hell Bent. Portale per l'Inferno" di Leigh Bardugo

──────────────────────────
Titolo: Hell Bent. Portale per l'Inferno (Alex Stern, #2)
Autore: Leigh Bardugo
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 10 Gennaio 2023
Pagine: 456
Prezzo: €20,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Trovare un portale per il mondo sotterraneo e rubare un’anima dall’inferno. Un piano semplice, se non fosse che le persone che compiono questo particolare viaggio raramente tornano indietro. Ma Galaxy “Alex” Stern è determinata a liberare Darlington, anche se questo le costerà il futuro alla Lethe e a Yale.
Impossibilitate a tentare un salvataggio perché non possono accedere alle risorse della Nona Casa, Alex e Pamela Dawes, l’assistente di ricerca, mettono quindi insieme una squadra di dubbi alleati per salvare il “gentiluomo della Lethe”. Insieme, dovranno navigare in un labirinto di testi arcani e artefatti bizzarri per scoprire i segreti più gelosamente custoditi dalla società, infrangendo ogni regola. Ma quando i membri della facoltà iniziano a morire, Alex sa che non si tratta di semplici incidenti. Qualcosa di letale è all’opera a New Haven e, se vuole sopravvivere, dovrà fare i conti con i fantasmi del suo passato e con l’oscurità insita nelle mura dell’università.
Denso di storia e ricco di colpi di scena nello stile magnifico di Bardugo, Hell Bent dà vita a un mondo intricato e indimenticabile, pieno di magia, violenza e mostri fin troppo reali.


RECENSIONE
Ero spaventata all'idea d'iniziare questo secondo libro della serie. Il primo non mi ha convinta del tutto, mi ha annoiata per la metà del libro e peggio di tutto non ricordavo moltissimo, ma una cosa la ricordavo bene: il finale. Mi aveva lasciata talmente spiazzata e con la voglia di sapere cosa sarebbe accaduto che non ci ho pensato due volte prima d'iniziarlo.
Hell Bent inizia dove abbiamo concluso La Nona Casa, Alex e la Dawes che cercano un modo per riportare indietro Darlington dall'Inferno, che non si fermano davanti a niente, non a cadaveri che compaiono nel campus, nemmeno ai loro superiori che le invitano a non combinare guai. Hanno un unico obiettivo, riportare il loro Virgilio nella terra dei vivi. Per fare in modo che questo accada c'è bisogno di organizzazione, tempismo e soprattutto la squadra giusta, ma non una di persone trovate a caso, bensì quattro assassini e una quinta persona che deve supervisionare il rituale. La discesa negli Inferi non sarà una passeggiata, ci sono tanti mostri che potrebbero uscire dalla porta una volta aperta.
La squadra prescelta è composta da Alex, la Dawes, il detective Turner, Tripp e Mercy, quest'ultima ha appena scoperto dell'esistenza del paranormale, Tripp è un ex membro della Skull & Bones - e mi incuriosisce molto come persona, penso ne vedremo delle belle in futuro. Turner è uno dei personaggi che ho preferito, distaccato all'apparenza, non sembra interessarsi di niente se non ai suoi casi, ma sotto sotto gli piacciono i casi in cui Galaxy è invischiata. Alex e la Dawes sono il fulcro di tutto, sono una coppia inarrestabile, dove non arriva una arriva l'altra.
I punti deboli che avevo trovato in La Nona Casa, per fortuna non li ho trovati, o almeno erano molto meno marcati. Il passato di Alex non riusciva a catturarmi, mi annoiava e mi spingeva a leggere senza interesse, mentre questi pezzi di ricordi mi hanno conquistata. Ci spingiamo più in profondità per quanto riguarda i legami famigliari di Alex, scopriamo tanti dettagli sulla scomparsa dell'amica Hellie, sulle emozioni che ha provato la ragazza, sulla sensazione di fallimento personale, e la voglia di riscattarsi. Vediamo una ragazza ancora più determinata a portare a casa i propri successi personali, determinata a non permettere alle forze oscure di vincere nel mondo che lei conosce.
Se devo proprio trovare qualcosa che non mi è piaciuto, direi che sono quei piccoli paragrafi tra un capitolo e l'altro, pezzi di vecchi diari o vecchie testimonianze. Beh, a parer mio non danno nulla di nuovo alla storia e mi facevano distogliere l'attenzione da ciò che avevo appena letto - ovviamente dopo un po' ho iniziato a saltarli, non volevo rovinarmi la lettura!
In conclusione, la serie è andata in crescendo, la Bardugo ha lavorato bene sulla trama per dare a noi lettori nuovi stimoli e invogliarci a proseguire questa nuova trilogia. I colpi di scena non sono un crescendo, ma gli elementi che si aggiungono a questo worldbuilding magico sono tanti e molto interessanti. Oltre alla presenza dei Grigi - che continuano ad affascinarmi - entrano in gioco anche Demoni dall'Inferno e Vampiri, ma non esattamente come li conosciamo noi. Non c'è una porta aperta alla fine di Hell Bent, c'è un portone completamente spalancato e io sono pronta a farci il primo passo all'interno.
1/18/2023

Review Party: "Truel1f3" di Jay Kristoff

──────────────────────────
Titolo: TrueL1f3 (LifeL1k3, #3)
Autore: Jay Kristoff
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 18 Ottobre 2022
Pagine: 444
Prezzo: €22,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Eve e Lemon hanno scoperto la verità su se stesse e l'una sull'altra. Sono cresciute legate da una solida amicizia, ma le recenti rivelazioni hanno messo in crisi il loro rapporto e le hanno allontanate (forse) per sempre. Ora però non c'è tempo per i rimpianti: l'intero Yousay è sull'orlo di una nuova guerra nucleare tra lo sciame della BioMaas Incorporated e l'esercito della Daedalus Technologies. Una situazione in cui nuove e vecchie lealtà saranno messe a dura prova, si formeranno improbabili alleanze e prenderanno corpo inaspettati tradimenti. E non è tutto, perché i sembianti sono determinati a impossessarsi di Libertas, il virus capace di liberare gli androidi dall'obbedienza alle Tre Leggi della robotica. E per farlo c'è bisogno sia di Ana Monrova, la ragazza rapita e conservata in animazione sospesa, sia della sua sembiante, Eve. Solo alla fine si scoprirà chi sono i veri eroi… e potrebbe essere davvero una sorpresa.


RECENSIONE
Le mie aspettative per l'ultimo libro di una trilogia sono sempre altissime, spero sempre che la storia mi stupisca e che lo trovi superiore rispetto ai precedenti. Potete immaginare lo shock quando ho realizzato che stava andando tutto per il verso sbagliato e il libro mi stava piacendo meno dei primi due. Attenzione non è una brutta lettura, ma dal 60% in poi la storia ha iniziato a calare di ritmo secondo me, e la mia attenzione non era più quella di prima. Non so se è stata colpa mia o del libro in sé, ma considerando che i primi sono riusciti a rapirmi e portarmi in una realtà parallela dove avevo solo voglia di farmi coccolare nelle pagine, questo terzo non è riusciti a trattenermi, tanto che non vedevo l'ora di finirlo, ma per i motivi sbagliati.
Esattamente come in Dev1at3 il libro ci viene raccontato in un alternanza di PoV: troviamo Lemon che è alle prese con la BioMaas Incorporated che se, in un primo momento, era completamente al sicuro con loro, presto scopre che sono disposti a tutto pur di avere ciò che vogliono, anche a prenderselo con la forza. Eve ha a che fare in modo diretto con la Daedalus Technologies e scoprirà che nonostante sia una sembiante, il dolore può essere molto più reale di quanto pensasse. Cricket ed Ezekiel stanno per essere spazzati via da un'esplosione nucleare, ma grazie alle new entries Diesel e Grimm tutti sono salvi.
Beh, che dire? L'ho terminato all'incirca una settimana fa e ciò che mi è rimasto non è granché, e questo mi capita quando un libro mi delude, preferisco dimenticare. Ricordo la sensazione di delusione che mi pervadeva. La voglia di ritrovarmi finalmente nella battaglia finale tra la Daedalus e la BioMaas, famigerata guerra che si attendeva dal primo volume, e quando finalmente siamo entrati sul campo si è risolto tutto in troppo poco tempo e senza nemmeno troppe difficoltà. La voglia di scoprire di più sui segreti dei Monrova grazie a Miriade, ma ciò non è successo, non ci viene svelato nessun altro segreto e sì, ne sono rimasta con l'amaro in bocca.
I personaggi sono gli unici che salvo completamente in questo libro, il loro percorso di crescita continua e di ognuno di loro si possono vedere i risultati - anche dei più insignificanti - come la Fratellanza - ho potuto vederne i progressi. Il worldbuilding perde un po' di credibilità. Lo Yousay sarebbe l'America, ma in questo capitolo sembra che ogni singolo posto sia a un soffio l'uno dall'altro, quando nei precedenti qualche giorno lo si impiegava per arrivarci.
Mi è sembrato che Kristoff abbia messo troppi elementi, troppi personaggi e per riuscire a fare combaciare tutto ha terminato il libro troppo frettolosamente. Insomma, ci sono cose che sarebbero dovute essere spiegate in maniera più approfondita, e altre cose che invece sono state inserite tanto per allungare il brodo. Non lo so, il primo libro mi ha davvero entusiasmata, innamorata di questo universo e super intenzionata ad andare avanti, il secondo libro mi è piaciuto, ma non all'altezza del primo.. Questo in sostanza? Non all'altezza degli altri. Avevo dato 4 stelline di getto alla fine del libro, perché la prima metà l'ho letta con piacere, ma scrivendo la recensione, tirando le somme, è troppo 4, non posso dare più di 3.5
11/22/2022

Review Party: "Dev1at3" di Jay Kristoff

──────────────────────────
Titolo: Dev1at3 (LifeL1k3, #2)
Autore: Jay Kristoff
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 18 Ottobre 2022
Pagine: 420
Prezzo: €22,00
Goodreads  |  Amazon
Trama:
È l'alba della battaglia decisiva tra le rovine della città di Babel. Eve e Lemon sono state amiche per la pelle, ma in questa lotta si trovano l'una contro l'altra. Eve è divisa tra i ricordi della propria vita umana, che ancora conserva, e la scoperta di essere un'androide. Insieme alle sue "sorelle" e ai suoi "fratelli", ora deve trovare la vera Ana Monrova, il cui DNA è fondamentale per creare un esercito di sembianti. Nel frattempo per Lemon è giunto il tempo di fare i conti con un potere che ha troppo a lungo rifiutato, e che qualcuno vuole usare come arma. La svolta per lei è l'incontro con un ragazzo, Grimm, che le propone di portarla fuori da quella terra devastata e piena di orrori, verso un'enclave abitata da altri devianti come lei. Lì, finalmente Lemon scoprirà un senso di appartenenza, e forse anche l'amore. Ma non tutto è come appare: tra amici e nemici, buoni e cattivi che si scambiano continuamente di ruolo, anche Lemon si unirà alla ricerca di Ana Monrova, e dovrà trovarla prima che ci riesca la sua vecchia amica.


RECENSIONE
Il primo libro come vi ho detto mi è piaciuto da morire, mi sono introdotta in questo mondo futuristico e al termine ero sconvolta e avevo tantissima voglia di continuare la serie. Il secondo libro mi è piaciuto tanto, ma non quanto LifeL1k3, forse perché ho avuto l'impressione che sia successo tanto, ma non ciò che volevo io e soprattutto non essenziale per il personaggio che pensavo fosse il principale della serie.
La storia segue principalmente le vite di Lemon Fresh e Cricket, due personaggi introdotti nel primo, ma che erano quasi secondari al fine della storia. Qui impariamo tanto su di loro, sul loro carattere e sul loro passato, in particolar modo su Lemon. Se da una parte ho apprezzato tanto, dall'altra mi sono sentita ingannata. Ho sempre pensato che l'indiscussa protagonista fosse Evie e volevo sapere subito come sarebbe andata a finire la sua storia, invece è presente molto poco all'interno di Deviat3.
Lo stile di scrittura è sempre accattivante, ti ritrovi a divorare metà libro in poco tempo e sempre con avidità. All'inizio ammetto di essermi sentita rallentata, non riuscivo a riprendere il ritmo con cui avevo letto LifeL1k3, ma ehi… colpa mia, non mi aspettavo di ritrovarmi con Lemon per la maggior parte del tempo. Ciononostante ci ho messo poco ad abituarmi nuovamente. Questa volta i capitoli sono alternati in diversi PoV, tutti legati molto bene tra di loro: c'è Lemon che deve fare i conti con il suo straordinario potere, c'è Cricket che è combattuto tra il seguire sempre le regole che gli vengono imposte e agire come vorrebbe lui - anche se dovrebbe andare contro le leggi in cui ha sempre creduto, c'è Ezekiel che collaborerà con il nemico pur di ritrovare una persona scomparsa e infine, in modo marginale, Eve che venuta a conoscenza del suo passato, vuole la sua vendetta.
Non voglio dire assolutamente nulla sulla trama del libro, non voglio rovinare la sorpresa a nessuno, ma ci sono davvero tantissimi elementi in Deviat3. Scopriamo più cose sul passato e sul presente della BioMaas Incorporated e della Daedalus Technologies, avremo incontri ravvicinati con la Fratellanza - trovandoci anche nella tana del lupo, incontreremo altre persone come Lemon in grado di fare cose straordinarie. Non mancheranno i momenti di pianto o quasi-pianto, i momenti in cui ci troveremo confusi e arrabbiati, ma soprattutto traditi e manipolati. Insomma, c'è tanta carne al fuoco e proprio grazie a questo ci si ritrova all'ultima pagina in poco tempo.
Insomma, nonostante non abbia trovato ciò che mi aspettavo, nonostante un inizio un po' lento secondo i miei gusti, promuovo a pieni voti anche questo secondo capitolo e ve lo consiglio, è un libro davvero frizzantissimo!
11/10/2022