Review Party: "Victories Greater Than Death. La Pietra di Talgan" di Charlie Jane Anders

──────────────────────────
Titolo: Victories Greater Than Death. La Pietra di Talgan (Unstoppable, #1)
Autore: Charlie Jane Anders
Editore: Fanucci
Data di pubblicazione: 02 Settembre 2022
Pagine: 336
Prezzo: €14,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Tina Mains non è un'adolescente comune. Ha un lume di salvataggio interplanetario nel petto, e trascorre ogni giorno di vita sulla Terra in trepidante attesa che questo lume si attivi e che i suoi alleati alieni, che da piccola l'avevano nascosta sulla Terra per proteggerla, la vengano a prendere per riportarla nello spazio e permetterle di compiere il suo destino: sconfiggere un terribile nemico intergalattico e far trionfare la giustizia. In quest'ardua impresa spaziale, Tina potrà fare affidamento sulla sua migliore amica Rachael e su un equipaggio di alieni e terrestri determinato a portare a termine la missione, costi quel che costi. Riusciranno a salvare l'universo da ciò che lo minaccia e a ristabilirne l'equilibrio?


RECENSIONE
Tina Mains ha sempre saputo che la sua vita terrena era destinata a cambiare, anzi non vedeva l'ora. Non le è mai stata nascosta la sua natura, ovvero che lei viene dallo spazio e presto sarebbe diventata il bersaglio di numerosi alieni. Tina non è altro che un clone della Capitana Argentina, una leggenda tra gli alieni, tanto che in punto di morte hanno deciso di 'salvare' i suoi ricordi e impiantarli nel corpo di una bambina e darla in affido a una donna sul pianeta Terra. All'interno della ragazza c'è un lume di salvataggio interplanetario che dovrebbe accendersi in modo da rilevare la posizione della ragazza, purtroppo non solo il vecchio equipaggio di Argentina riesce a percepirlo, ma anche i suoi nemici, primo tra tutti Marrant, un vecchio amico della Capitana che vuole trovare vendetta.
Se avete adorato i libri come Illuminae e Aurora Rising, non potete assolutamente perdervi questo romanzo, le vibes ci sono tutte quante, ci ritroviamo all'interno di un nuovo universo, nuovi alieni da scoprire e imparare a conoscere - sono davvero tanti, tutti con caratteristiche fisiche differenti, ho davvero adorato!
Il libro inizia decisamente a bomba, non ci sono capitoli per farti capire cosa sta succedendo, si inizia praticamente nel vivo dell'azione e piano piano capisci dove ti sei catapultato. L'azione è predominante in questo libro, non ci sono momenti di noia o perdita di tempo, tutto è essenziale per la storia. Altro punto a favore sono i capitoli corti, uno tira l'altro e in men che non si dica ti ritrovi a metà libro.
Non è uno young adult come tutti gli altri, o almeno è il primo del genere che mi capita di leggere. Ci sono tante cose al suo interno, l'amicizia è un elemento fondamentale, ma anche il rispetto per il prossimo, il non dare per scontato che una persona voglia una determinata cosa - ad esempio un abbraccio. Mi ha colpita che la protagonista abbia chiesto il permesso alla sua migliore amica di poterla abbracciare, cosa che di solito non si fa, ma effettivamente potrebbe far sentire a disagio qualcuno - ed effettivamente io non essendo una persona affettuosa, quando mi si avvicinano un po' troppo inizio a essere tesa.
Altro punto fondamentale del romanzo è l'identità di genere, ogni personaggio di presenta agli altri utilizzando il proprio pronome, così non ci si imbatte in situazioni spiacevoli. Inoltre è un perfetto rappresentate della comunità LGBTQI+, io vorrei abitare in un mondo dove non ci si deve nascondere, dove poter amare chi voglio e come voglio senza paura di essere giudicata.
Non voglio dirvi nient'altro, preferisco rimanere sul vago e lasciarvi alla scoperta di questo libro fantastico.
9/30/2022

Review Party: "Chi ha Ucciso Mr. Wickham?" di Claudia Gray

──────────────────────────
Titolo: Chi ha ucciso Mr. Wickham?
Autore: Claudia Gray
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 20 Settembre 2022
Pagine: 412
Prezzo: €19,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Il mondo regency si tinge di giallo. Il romanzo che sarebbe stato scritto se Jane Austen e Agatha Christie avessero preso un tè insieme. E se i più famosi e amati personaggi di Jane Austen si scoprissero detective... o magari assassini? È un'estate molto calda a Donwell Abbey, residenza di Emma Knightley e marito, che, ormai sposati da sedici anni, si godono la meritata felicità, su cui nessuno avrebbe scommesso. Nonostante il caldo, però, i doveri della vita sociale non si fermano: Mrs e Mr Knightley stanno organizzando un summer party, i cui invitati, ivi compresi Elizabeth Bennet e il marito, Mr Darcy, sono pronti a godersi chiacchiere e socialità, conditi naturalmente di tè e buone maniere. Ma c'è qualcuno che non è affatto bene accetto: Mr Wickham, il personaggio più cattivo di Orgoglio e pregiudizio, l'odioso amico di Darcy, che gli altri ospiti, in barba al bon ton, sarebbero ben felici di vedere morto. Eppure restano tutti a bocca aperta quando si ritrovano davanti nientedimeno che il suo cadavere. Adesso che ci è scappato il morto, gli invitati sono tutti nella lista dei sospettati, e tutti sono ugualmente prigionieri della splendida casa di campagna dei signori Knightley, consapevoli che tra loro c'è un assassino. Tra Emma, L'abbazia di Northanger, Ragione e sentimento e naturalmente l'intramontabile Orgoglio e pregiudizio, un irresistibile giallo regency che è anche un gioco letterario in cui figurano tutti, ma proprio tutti, i personaggi più amati di Jane Austen.


RECENSIONE
Ammetto di non aver mai letto i romanzi di Jane Austen, ma tra film e serie tv sicuramente non mi sono nuovi. Non appena ho letto la trama del libro ho capito che lo avrei adorato. Adoro le vibes mistery mischiate a un'ambientazione storica e a celebri personaggi.
Emma e George Knightley hanno deciso d'invitare alcuni amici stretti nella loro tenuta di Donwell Abbey per la durata di un mese. Troviamo tra le mure di una stessa casa: i Darcy (insieme al loro figlio Jonathan), i Bertram, i Brandon, i Wentworth e Juliet Tilney - la figlia di Catherine e Henry di Northanger Abbey. A pochi giorni dall'inizio di questa 'riunione' si presenta alla porta niente meno che George Wickham, ovviamente non era stato invitato, ma ha deciso che era il momento perfetto per riscuotere il suo debito dal Signor Knightley. In realtà ogni presente ha avuto da ridire con il Signor Wickham e quando viene trovato morto nella tenuta è chiaro che qualcuno all'interno della stessa abbia commesso il crimine - impossibile che qualcuno sia venuto dall'esterno vista la condizione delle strade impraticabili. Il figlio dei Darcy, Jonathan, e Juliet Tilney formeranno un'ottima squadra investigativa, determinati a svelare l'assassino e risolvere il crimine.
Ho apprezzato che Claudia Gray si sia impegnata tanto a modificare la linea temporale dei vari romanzi e si sia immaginata un universo in cui i personaggi delle opere di Jane Austen si conoscano tutti quanti, adoro quando vengono fatte questi incroci tra un'opera letteraria e un'altra. Mi è piaciuto anche il fatto che personaggi amati dal pubblico vengono messi in discussione, in quanto portati a credere che uno di loro possa aver commesso un atto come il togliere la vita a una persona, seppure questa persona non sia la più amata.
La scrittura della Gray è molto semplice, la narrazione è molto fluida e si lascia leggere in poco tempo, grazie anche all'umorismo presente nelle pagine. La risoluzione del caso è la cosa più importante all'interno di un romanzo giallo e per i più esperti non ci saranno veri e propri colpi di scena, ma il libro ha un'atmosfera talmente accogliente che questo passa in secondo piano.
Se volete un bel passatempo, un mistero da risolvere e personaggi conosciuti non potrete fare a meno di leggere e amare questo libro.
9/28/2022

Review Party: "Demone nel Bosco" di Leigh Bardugo

──────────────────────────
Titolo: Demone nel Bosco
Autore: Leigh Bardugo
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 27 Settembre 2022
Pagine: 216
Prezzo: €19,90
Goodreads  |  Amazon
Trama:
Eryk e sua madre, Lena, hanno trascorso la loro esistenza fuggendo incessantemente da un luogo all'altro, con la convinzione che, forse, per loro non esista proprio un porto sicuro. Perché entrambi non solo sono Grisha, ma sono i più potenti e letali tra loro. Temuti da chi vorrebbe ucciderli e braccati da chi vorrebbe sfruttarne i doni, devono cercare di tenere nascoste le loro capacità ovunque vadano. Ma talvolta i segreti più pericolosi trovano comunque il modo di venire a galla...
Questo imperdibile graphic novel, scritto da Leigh Bardugo e illustrato dalla talentuosa Dani Pendergast, è il prequel di "Tenebre e Ossa", saga bestseller e ora anche serie Netflix, tassello indispensabile del GrishaVerse che permette di gettare un po' di luce sulle origini di un destino tanto grandioso quanto sinistro, quello del temuto e potentissimo Oscuro.


RECENSIONE
La Grishaverse è una delle serie che mi hanno appassionata di più, specialmente la prima trilogia e il personaggio dell'Oscuro è quello più misterioso, quello di cui avrei voluto sapere ogni dettaglio per capirne meglio la persona. Ho passato per adorarlo, all'odiarlo in poco tempo, ma il fascino del cattivo regna sovrano, si sa..
In questa graphic novel veniamo a conoscenza di un episodio del passato di 'Eryk' - perché sì, ha cambiato nome ogni volta che cambiava villaggio o accampamento - e probabilmente è prioprio in questo momento che è scattato qualcosa in lui e l'ha reso ciò che conosciamo. Eryk ha sempre voluto trovare un posto stabile, una casa, degli amici, una routine, invece con sua madre era in continuo movimento a causa dei cacciatori di Grisha, non potevano fermarsi a lungo in un posto a causa del suo potere, che incute timore anche nelle persone della sua stessa specie. Quando arrivano nell'ennesimo villaggio si è illuso di aver trovato una vera amica, la aiutava e passava il suo tempo con lei, fino a quando l'ha tradito nel peggiore dei modi e ha dovuto fare una cosa che lo avrebbe cambiato per sempre.
E' una storia essenziale per la saga? No, ma il fatto che sia illustrata rende il tutto più magico. Le illustrazioni sono molto belle, i colori tenui rendono davvero gradevole la lettura e i disegni sono molto belli, non troppo dettagliati, ma il giusto per far capire al lettore ciò che si vuole trasmattere. Il colore predominante è una specia di salmone, mi ricorda un po' il colore dell'argilla, viene usato nei momenti in cui i personaggi si trovano al chiuso e parecchie volte persino nei vestiti. Le tavole che ho preferito sono quelle con il viola\azzurro predominante, ho trovato i colori davvero molto d'impatto, tanto che la graphic novel me la sono finita in appena un'ora di tempo.
Ciò che ho amato di più è proprio Eryk - Aleksandr - scoprire che genere di persona era prima della sua trasformazione, prima di capire che doveva proteggersi a modo suo a costo di sembrare un mostro - anche se è finito per esserlo.
9/27/2022